Con la fine del mese in corso scade il termine per l’invio del Protocollo anticontagio Covid-19 che gli studi professionali sono tenuti a trasmettere alla Regione Toscana.

Il Collegio, pure avendo deciso di non fornire agli Iscritti un fac simile del Protocollo in quanto le variabili sono tali e tante che presuppongono che ogni Professionista debba effettivamente redigerlo per proprio conto anche in relazione, per esempio, alla organizzazione dello studio, alle dimensioni, alla presenza o meno di altri Professionisti e/o

Di seguito si riporta la comunicazione inviata agli iscritti.

****

Caro Collega,

dopo il lungo periodo di chiusura al pubblico dei nostri Uffici e dopo di che l’attività di segreteria è stata efficacemente svolta in modalità smart working ci accingiamo alla riapertura e quindi, pure con le limitazioni imposte dall’emergenza epidemiologica in corso, riprendendo la modalità di

Troverete in allegato una raccolta delle disposizioni che è stata predisposta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile aggiornata al 24.03.2020 che consente anche il collegamento alle norme ed alle disposizioni ivi richiamate e, poichè il giorno 25.03 sono stati emessi altri due provvedimenti, il Decreto Legge n° 19 ed il D.L. del Mise, troverete qui allegati anche questi ultimi.

Così facendo la raccolta dei provvedimenti risulterà aggiornata alla data del 25.03.2020.

TESTO UNICO COORDINATO COVID-19 - Aggiornamento 24.03.2020

DECRETO-LEGGE-25-marzo-2020-n.-19

DM-MiSE-25-03-20

Nella tarda serata di ieri è stato pubblicato sul sito del MiSE un decreto di modifica dei codici ATECO delle attività economiche e produttive consentite sino al prossimo 3 aprile, riportati nell’allegato 1 del d.P.C.M. dello scorso 22.03.

Come ricorderete, il d.P.C.M. 22 marzo (articolo 1, comma 1, lettera a), ultimo periodo) dispone, infatti, che “l'elenco dei codici di cui all'allegato 1 può essere modificato con decreto del Ministro dello sviluppo economico, sentito il Ministro dell'economia e delle finanze”.

L’allegato all'odierno D.M.  sostituisce quello del D.P.C.M. 22 marzo 2020.

La modifica fa seguito alle interlocuzioni tra Governo e sindacati degli ultimi giorni e, oltre a sostituire la lista dei codici ATECO, proroga, inoltre, al 28 marzo il termine entro il quale le attività per le quali sia disposta la sospensione possano concludere le attività necessarie alla momentanea chiusura.

Si ricorda che le disposizioni di cui ai D.P.C.M. del 22 marzo (ad eccezione dell’allegato) e dell’11 marzo continuano ad applicarsi sino al prossimo 3 aprile.

Cari Colleghi,

come è noto le nostre Autorità governative e sanitarie nell’appena trascorso fine settimana, con l’intento di contrastare la diffusione del virus COVID-19, hanno deciso di aumentare il numero e le tipologie di attività lavorative che dovranno essere sospese.

Ieri, domenica 22 marzo, a tarda sera e dopo quasi un giorno di elaborazione dal primo annuncio delle misure che si intendevano adottare, è stato diramato il D.P.C.M. 22.03.2020 di cui si riporta qui di seguito uno stralcio.

ARTICOLI CORRELATI